Perché è importante cambiare la password del router domestico e riavviarlo almeno una volta a settimana

I router domestici sono una facile porta di accesso per gli hacker informatici, specie quando non vengono correttamente aggiornati e personalizzati dagli utenti. Il pericolo maggiore per i proprietari è quello di ritrovarsi complici inconsapevoli di attacchi informatici ai danni di altri siti web

Recenti ricerche hanno dimostrato come il modem domestico può essere una porta d’entrata per i cyber criminali. Software poco aggiornati e password deboli, in particolar modo, sarebbero le falle sfruttate dagli hacker per prendere il controllo completo del router di casa, non solo rendendo molto lenta la connessione ma rischiando di rendere il proprietario un complice inconsapevole di attacchi rivolti ad altri siti web.

I cyber criminali puntano i router con le password di default (quelle preinstallate quando compriamo il dispositivo), con software non correttamente aggiornati, notoriamente più “deboli” sotto il punto di vista della sicurezza.

Gli hacker prendono il controllo del modem e installano poi programmi che controllano, ad esempio, per bloccare siti web dal vostro indirizzo IP o per inviare enormi quantità di dati, con un conseguente rallentamento della linea, nonché rendendovi complici inconsapevoli di eventuali attacchi ad altri siti.

Questo tipo di attacchi, chiamato “Distributed Denial of Service” o DDoS, può essere utilizzato per differenti motivazioni:

  • Per motivi personali o politici;
  • Per ricattare i siti chiedendo un pagamento a fronte della minaccia di un attacco
  • Per generare un diversivo rispetto ad attacchi più critici
  • Semplicemente per creare confusione attorno a un determinato tema

Per evitare queste minacce è sufficiente prendere alcune semplici precauzioni quali il riavvio del router almeno una volta a settimana (che si può fare semplicemente staccando la spina del modem) e cambiando a mano la password della connessione.

Qui di seguito riportiamo dei link di istruzioni per cambiare manualmente la password dei dispositivi degli operatori più diffusi:

Per quasi tutti gli operatori la procedura è simile: basta aprire un qualsiasi programma di navigazione (broswer), collegarsi all’indirizzo IP segnato dall’operatore e seguire le istruzioni di configurazione Wifi.

Ricordiamo che una buona password deve avere un minimo di 14 caratteri e contenere lettere (maiuscole e minuscole), simboli (!, ?, _, ;, : etc.) e numeri.

logo sito

Via Levorin, 1 - 35127 Padova

P. IVA/C.F. 03719260287
Registro Imprese di Padova
n. 03719260287
Numero R.E.A 331324

Codice SDI fatturazione:  T04ZHR3
(il secondo carattere è uno zero)

Tel. (+39) 049.8077145
Fax (+39) 049.7806159

 

Modifica il tuo consenso ai cookie

ASSISTENZA

Il servizio di supporto e assistenza è attivo dal lunedì al venerdì dalle:
09:00 - 13:00
14:00 - 16:00

Eventuali interventi presso il cliente vanno concordati.

CERCA NEL SITO

©2019 TECSIS S.r.l. All Rights Reserved.

Search