Cos’è lo “Spoofing” e come difendersi

Un uomo di Verona è stato derubato di 7500€ attraverso una truffa effettuata col metodo dello “spoofing”. Vediamo cos’è e come difendersi

Arriva dalla provincia di Verona la notizia di una nuova truffa telematica ai danni di un cliente di una banca al quale sono stati sottratti 7500€ attraverso una frode chiamata “spoofing”.

Cos’è lo spoofing

Lo spoofing è una tecnica usata per rubare informazioni importanti (come l’accesso al conto bancario) a malcapitati soggetti, impersonando il numero di contatto di un altro soggetto.

Esistono diversi tipi di spoofing:

  • quello dell’indirizzo IP, che fa sembrare che il messaggio sia stato inviato da una fonte attendibile
  • quello della mail, e cioè la modifica dell'intestazione di una mail per farla sembrare proveniente da qualcuno o qualcosa di diverso dalla fonte effettiva
  • quello del numero di telefono che, tramite l’uso di specifici software e di alcuni codici GSM, permette di fare chiamate telefoniche simulando un preciso numero, che appare sullo schermo del chiamato.

proprio quest’ultimo è stato utilizzato per derubare il povero veronese.

I fatti

Il cittadino ha ricevuto una telefonata dal numero verde della sua banca.

Dall’altro capo del filo i truffatori hanno segnalato all’uomo la necessità di bloccare il proprio conto a seguito di una tentata violazione informatica.

Successivamente gli hanno inviato un link via sms che portava a una finta pagina di login da cui sono poi state rubate le credenziali dell’account bancario del malcapitato.

A seguito di questo furto di dati i ladri sono riusciti a impossessarsi di 7500€.

Come difendersi dallo spoofing

Difendersi da questo tipo di truffa non è semplice poiché è davvero ben congegnata e il fatto che il contatto sembri assolutamente reale non aiuta. Quello che bisogna sempre ricordare è che le banche non chiamano mai al telefono per far seguire una procedura guidata.

Qualora si riscontrassero contatti di questo genere è buona norma quindi verificare di persona presso il proprio Istituto.

In caso di reale violazione infatti le banche procedono al blocco del conto in completa autonomia e poi avvisano il cliente chiedendogli di recarsi allo sportello.

logo sito

Viale Svezia 16 - 35020 Ponte San Nicolò (PD)

P. IVA/C.F. 03719260287
Registro Imprese di Padova
n. 03719260287
Numero R.E.A 331324

Codice SDI fatturazione:  T04ZHR3
(il secondo carattere è uno zero)

Tel. (+39) 049.7309 333
 

Modifica il tuo consenso ai cookie

ASSISTENZA

Il servizio di supporto e assistenza è attivo dal lunedì al venerdì dalle:
09:00 - 13:00
14:00 - 16:00

Eventuali interventi presso il cliente vanno concordati.

CERCA NEL SITO

©2020 TECSIS S.r.l. All Rights Reserved.

Search